Gualicho, lo spirito del male

Gualicho

Le rappresentazioni del male nelle varie tribù indigene che hanno e continuano a popolare la Terra sono diverse, anche se ospitano sempre un terreno comune: la chiara prova della paura inconscia dell’ignoto, degli indescebili. La manifestazione più comune del demone come un essere malvagio che cerca di infliggere più dolore possibile alla gente, in modo che possano sentirsi nella carne disperazione,

Uno dei tanti “diavoli” che si accampano nella loro vasta dimensione è Gualicho, che significa in araucano (Cile) “sai le persone“. Questo demonico tormenta i sogni delle popolazioni indigene di Patagonia, concreetly i Mapuches e i Tehuelches. È l’incarnazione del male assoluto, e il suo divertimento principale è quello di causare malattie e

Gualicho a vivere in grotte per osservare attentamente la vita degli abitanti dei luoghi che visiti. Il suo carattere è indomabile, uno spirito di straordinaria forza, indistruttibile, che ama prendere il male al limite o semplicemente giocare con i sentimenti per appendere fuori. Pertanto, la sua forma può essere ingannevole: passa dall’aggressione al falso amore. Quest’ultimo ha molto a che fare con il nuovo significato che la parola ha acquisito: oggi, si riferisce alla tetica sconsaccata, con le pozioni dell’amore per “legare” (forza) una persona per amare qualcuno che, a priori, non significava nulla per lei.

I abitanti della zona che professano la loro paura, cercano di mantenere una serie di regole di comportamento per non far infuriare il diavolo. Come per esempio passando per le strade in modo ordinato e silenzioso, non cantare di notte…., tra gli altri. Pertanto, in questo popolare di , tributo è pagato al male sothing a non soffrire i loro orrori, un segno inequivocabile delle tenebre culturale in cui queste tribù coesistono.

So contrario, i Tehuelches hanno concluso che Gualicho potrebbe essere un diable, dal momento che le sue altre afitions sono per spaventare le donne e rapire i bambini. Allo stesso modo, quando alcuni malvagi devastarono la regione, come malattie o incidenti, gli uomini cavalcarono con rabbia e presero le armi per prepararsi per i sentieri e lanciare affondi in aria, cercando di ferire il demone. La sua idea era di tenerlo lontano, ma in generale, preferisce fare sacrifici animali, periodicamente, piuttosto che arrivare a questi estremi,

. Gualicho ancora presente, ma in modo sbagliato e confuso. Questo è passato dall’essere il demone assoluto, all’espressione che definisce l’atteggiamento malato di una persona per un’altra. Indubbiamente, una perdita di indigena, l’eredità degli antenati,

Add a Comment