I travestiti del Trasgu

Bollitore

Il trasgu è l’elfo casalingo della asturiana. Secondo coloro che l’hanno visto, di solito indossa un rosso bluson di stoffa, così come un cappello dello stesso colore; Ha la forma di un piccolo uomo rugoso, magro, fuscalo con le mani insolitamente allungate, uno dei quali ha un buco al centro del palmo. Nonostante zoppicando un po’si muove con straordinaria agilità tra i pouts della cucina (il suo posto preferito, accanto alla soffitta). Occhi vivaci danno via il suo carattere giocoso,

Comienzas a manifestarsi con prime ore di buio, mentre la famiglia è raccolta dal fuoco o a cena. Strani rumori poi suono, finestre che si chiudono, passi in soffitta… Ma è stato quando gli abitanti della casa dormono che il transgu è al loro largo,

Il nostro comportamento dipende da come questi cadono in grazia. Se li trovate belle, durante la notte ordinerai la cucina, pulirai i piatti, fai girare il legare a sinistra nella ruota o addirittura vieni al pozzo a prendere l’acqua.

Altri, il transgu si trasformerà in un incubo. Farà aggrovigliare il filo, perforare le pentole, cipiglio sui volti delle ragazze nel sonno, intrufolarsi nel recinto per rivoltare il bestiame, aprire le finestre, gettare le stoviglie sul pavimento, o ciotola in la soffitta mentre canta la partitura urlando. Alla fine farà un migliaio di diavoli che condanneranno gli abitanti della casa all’insonnia e allo s cominciare continuo

Trasgu

Il metodo principale per sbarazzarsi di esso è quello di sfidarlo a svolgere compiti impossibili, come ad esempio portare l’acqua in un cesto, fare una pelle nera bianca, o raccogliere un sacco di wim da terra (cade giù il buco nella sua mano). Incapace di poterlo fare, lascia la casa ferita nel suo orgoglio,

So è, tradizione, ciò che deve essere fatto e non qualcos’altro. Qualcosa di così drastico come muoversi non è una soluzione efficace. Ci sono molte storie di famiglie che acquistano una nuova casa per sbarazzarsi del transgu. Quando arriva il giorno del trasloco, raccolgono discretamente le loro cose e lasciano furtivamente la loro vecchia casa. Quando arrivano a quello nuovo, si rendono conto di aver dimenticato un oggetto, come una scopa. Poi una voce suona sulla schiena: “Calmati, lo . È il transgu, che viene fornito con la scopa sotto il braccio,

Non salire in macchina dove la famiglia porta i loro beni, proprio come la famiglia inizia la marcia, come dice, “ Dal momento che siete tutti in movimento fuori di casa, così faccio io, nel mio rosso. Il transgu è considerato un altro della famiglia, anche se rende la sua vita impossibile con i suoi ins e out,

Bibliografia:

  • Alberto Alvarez Pea, mitologia asturiana, Pico Urriellu, Gijàn, 2001, pp. 63-91.
  • Rogelio Jove y Bravo, Miti e superstizioni delle Asturie, Stampa “La Comercial”, Oviedo, 1903, pp. 34-37 e 73-79.
  • Ramàn Sordo Sotres, Mitologia delle Asturie e della Cantabria. Tra i fiumi Sella e Nansa, R. Sordo Sotres, Llanes, 1991, pp. 45-52.

Add a Comment