La creatura leggendaria di zilant

Zilant

Il folklore popolare russo dice che ilant (“serpente”) è una creatura a forma di serpente e a forma di drago che abita sul fondo di i laghi Qaban, e che non esita ad attaccare chiunque possa sentirlo avvicinarsi alla riva. Tradizionalmente, i russi la definiscono una creatura malvagia e spietata anche se, se sono in grado di sopravvivere più di cento anni, finiscono liberati in serpenti bianchi benigni – “Ajdaha” – e danno buona fortuna – come I draghi cinesi-.

A è raffigurato con una testa di wyvern (dragon), quattro zampe di pollo, il corpo di un uccello e la coda di serpente. Tuttavia, la forte influenza occidentale ha sostanzialmente cambiato la sua immagine, avvicinandosi al classico occidentale ( tradizione medievale).

La vera origine di questa creatura risale a tatar le loro leggende sui mostri volanti. Leggende adottate dai russi come proprie, che cretizzando gli elementi della cultura popolare di questi popoli dell’Europa orientale e dell’Asia centrale. A Kazan è diventato, dall’inizio del XVIII secolo, il suo simbolo ufficiale a forma di drago araldico.

Zilant

Sentemente a Kazan una bella signora ha sposato un giovane residente del centro storico. Doveva andare in cerca di acqua, ma si lamentava della distanza e del disagio nei trasporti. Propose al leader, il Khan locale, di spostare la città vicino al lago, ai piedi di una collina. Tuttavia, c’erano serpenti potenti che sono usciti solo in primavera. Il suo leader, ilant, una creatura con una testa di drago e una coda di serpente, aveva gli abitanti terrorizzati,

Sacie vogliono sconfiggere i mostri, hanno costruito una recinzione di paglia sulla collina. Tutti i serpenti hanno preso l’esca e si sono “spostati” nel pagliaio. Gli abitanti bruciarono la recinzione, ma il suo stato di fuga. Il cavaliere più abile di Kazan lo ferì, ma Kazan fuggì nei laghi di Qaban, dove si dice che abitasse ancora. Altri dicono che divenne il Dios Diu fondò una città sotto il lago

.

un’altra versione, di molte esistenti, condanna a morte il cavaliere. Il coraggioso soldato fu catturato dalla città e lo tagliò in sette pezzi. Ma lui, mentre si difendeva, lo pugnalò con il suo luccio avvelenato e la terrificante creatura alla fine morì. Da allora, a Kazan, la morte di Elant simboleggia il trionfo del bene sul male,

Add a Comment