Salamandra come un animale meraviglioso

Salamander

Alno la salamandra è un vero animale, la sua capacità di sopportare alte temperature per un piccolo tempo fatto durante l’antichità e il Medioevo proprietà meravigliose che lo ha reso fantastico come unicorno o draghi.

She è stato detto di essere nato e vissuto fuo , proprio come i pesci vivono in acqua. Il suo habitat naturale è stato trovato in quelle parti della Terra dove c’è fuoco perenne, come vulcani e lingue laviche. Anche se non vivevo lì,

Al tempo stesso, si assicurò di poter spegnere le fiamme con la sua presenza, e che se fosse entrato in un forno il suo fuoco sarebbe andato fuori, e se si intrufolò nella caldaia di uno stabilimento balneare, la sua acqua sarebbe venuta fredda per settimane. Per questo motivo, Francisco I di Francia lo incorporò nel suo emblema, in cui appare circondato dalle fiamme e con il motto “Nutrisco et extinguo” (“Da lui lo nutro e lo estingo”).

Con la pelle della salamandra è stato prodotto un tessuto speciale, utilizzato nella realizzazione di bei vestiti che non potevano essere lavati con acqua. Il modo per pulirli era gettarli nel fuoco, da cui sono stati estratti con la loro bellezza naturale recuperata,

Per catturare una salamandra, si doveva avvicinarsi a quei luoghi di fuoco permanente dove si suppone che si aveva il vostro habitat naturale e accendere un falò. La piccola bestia uscì dal suo nascondiglio, attratto dal bagliore delle fiamme, e balzò su di loro giubilante. Poi abbiamo dovuto estendere il falò in discesa, in modo che la salamandra avanzasse, e, allo stesso tempo, spegnerlo dietro la schiena. L’incendio non doveva essere spento fino a quando non era abbastanza lontano da catturare la salamandra senza il rischio di fuggire,

Ci dovette essere catturata con cura, perché si credeva che avesse erettato un venene estremamente tossico con abbastanza potere da uccidere diverse persone contemporaneamente. Attraverso questa sostanza ha in polvere il frutto degli alberi di mele, che gli piaceva salire, e l’acqua dai pozzi in cui è caduto. La leggenda dice che 2000 cavalli e 4000 uomini di Gerjandro Magno sono morti in India dopo aver bevuto da un ruscello avvelenato da una salamandra.

Debido la sua immunità al fuoco, i commentatori cristiani lo usavano come simbolo dell’indistruttibilità dell’anima, mentre gli alchimisti lo associati al fuoco stesso e al suo carattere purificante.

Bibliografia:

  • Bestiario medievale, Ignacio Malaxecheverràa (ndr), Madrid, Siruela, 1999, pp. 179-182.
  • Massimo Izzi, Dizionario Illustrato dei Mostri, Palma di Maiorca, José J. de Olaeta, 1996, pp. 421-423.
  • Joel Levy, Grande Enciclopedia degli Esseri Magici, Barcellona, RBA, 2000, pp. 28.

Add a Comment